This store requires javascript to be enabled for some features to work correctly.

19 Jaw-Dropping Facts About Louis Vuitton History

19 Fatti strabilianti sulla storia di Louis Vuitton

 

Ecco la storia del nostro marchio preferito: in soli 5 minuti!

🔹Louis Vuitton ha lavorato per un famoso produttore di box a Parigi. A quel tempo la fabbricazione della scatola era un'occupazione prestigiosa.

🔹Era il 1854 quando Louis Vuitton fondò la sua attività di bagagli a Parigi a 4 Rue Neuve des Capucines. Mentre Rail e poi Automobile Travel sono diventati una parte consolidata della vita, gli affari di Vuitton hanno iniziato a crescere. Portato da artisti del calibro di Paul Poiret, Dora Maar e Francis Picabia, il bagaglio di Louis Vuitton non era solo uno status symbol ma anche un acquisto pratico. I suoi tronchi erano - e ancora, sono a prova di assistenza per evitare danni accidentali agli oggetti all'interno.

🔹Contrariamente a una credenza popolare, Damier Ebene è stato il primo modello di Louis Vuitton.

🔹L'interblocco L e V con il modello floreale è stato progettato dal figlio di Louis Vuitton, Georges Vuitton, nel 1896 come un modo per marchiare la sua nascente box e il suo business dei bagagli, e nei 120 anni da allora è diventato uno dei marchi più riconoscibili nei marchi mondo. All'interno dell'arena della moda, il modello di monogramma LV sta avendo una ripresa.

🔹Nell'era del jet-set degli anni '50 e '60, i tronchi di Louis Vuitton erano il bersaglio delle attrici chic in viaggio. Anna Magnani Prese un'intera flotta durante un viaggio a Parigi nel 1960, mentre singoli pezzi popolavano spesso le pagine di viaggio di Vogue.
â €
🔹Mentre Daywear divenne una categoria in crescita per le donne negli anni '60 e '70, anche le borse per Louis Vuitton. Dallo stile rapido ora popolare al secchio, visto qui in un episodio del 1972 di Bewitched, una borsa di Louis Vuitton divenne un oggetto ambito tra le donne moderne.
â €
🔹Dapper Dan ha ucciso con la sua attività di knockoff negli anni '90 ad Harlem. Il suo negozio al piano di sotto sulla East 125th Street è stato spesso visitato da Run-D.M.C., LL Cool J, e Public Enemy, che indossavano tutti le sue merci sul palco, introducendo il monogramma LV a un nuovo demografico di acquirenti.
â €
🔸Nel 1997, Marc Jacobs-a quel punto un designer di New York che era stato licenziato da Perry Ellis diversi anni prima, si chiamava Creative Director a Louis Vuitton. L'appuntamento di Jacobs ha dato nuova vita al monogramma, rendendo le pataborate della casa e la nuova collezione Vernis del monogramma popolare tra gli amici modello di Jacobs come Naomi Campbell e Kate Moss.
â €
🔸Nel 2003, Jacobs ha introdotto un'altra collaborazione di monogramma con l'artista giapponese Takashi Murakami. Murakami ha rielaborato il monogramma originale in bianco/nero con loghi e personaggi multicolori e in rosa con disegni di Cherry Blossom per la sua prima serie. Nel 2004 e nel 2005 ha aggiunto una vera stampa e denim ciliegia. È stato immortalato come la borsa indispensabile per adolescenti e 20 anni quando è apparsa sul braccio della Regina George velenosa della Regina George nel successo di Tina Fey Mean Girls nel 2004.
â €
🔸Jacobs adorava spingere i confini e, dopo molto convincente, convinse la compagnia a consentire a Stephen Sprouse di creare una versione graffiti del monogramma di Vuitton. "Louis Vuitton" e "LV" sono stati dipinti sulla tradizionale stampa marrone su marrone della casa-la prima volta che il suo monogramma è mai stato aggiornato-e le borse sono diventate sensazioni della cultura pop. Per la collezione finale di Jacobs per la casa di moda, ha resuscitato il design di Sprouse come vernice per il corpo sulla modella Edie Campbell.
â €
🔸Durante il resto del mandato di Jacobs a Louis Vuitton, ha continuato a rielaborare e aggiornare i sacchetti del monogramma della casa. Pr Primavera 2010, borse a messaggeri tinti per ombré; e autunno 2010, abbellimenti di paillettes.

🔸Man mano che il monogramma cresceva in popolarità, anche la gamma di prodotti monogrammati. Sulla passerella, Jacobs lo ha usato per cappelli, collant, ombrelli, fan e muffs di pelliccia, versioni selezionate che erano disponibili al dettaglio.

 

🔹L'artista Richard Prince ha collaborato con il marchio per la primavera del 2008, creando borse dai toni gioiello dipinti con le sue opere irriverenti. Lo spettacolo di quella stagione è stato aperto da una serie di top model vestiti da infermieri della sua serie di "Nurse Paintings".
â €
🔹Il monogramma ha anche ispirato la sua giusta dose di artisti, tra cui Sylvie Fleury, che ha realizzato una scultura in bronzo della firma LV Duffel nel 2001. Murakami ha anche incorporato il monogramma nelle sue opere pop a seguito della sua collaborazione con il marchio.

🔹La prima collezione Louis Vuitton di Nicolas Ghesquière ha rivitalizzato la settimana della moda di Parigi con le sue silhouette indossabili e lo spirito vagamente degli anni '70. La chiave dell'impatto della collezione è stata la nuova borsa Malle di Vuitton, in stile dopo i suoi iconici tronchi. Fuori dagli spettacoli della primavera 2015, era la borsa preferita da New York a Parigi.

🔹Gli altri esperimenti di Ghesquière con il monogramma sono andati dal torcere in un motivo ondulato sulle borse (autunno 2014) alle tacchi di stivale intagliati nella forma a quattro peti di fiori del design (primavera 2015). Per Resort 2016, è apparso su Ready-To-Wear, quando gli abiti in pelle erano perforati con il motivo floreale.

🔹Per il 160 ° anniversario della fondazione di Louis Vuitton, la casa ha invitato sei designer e artisti a progettare borse nei suoi classici colori del monogramma.

🔹Con Jonathan Anderson a Loewe e Jeremy Scott a Moschino, Ghesquière ha contribuito a fare che il marchio indossasse l'aspetto del momento.

🔹All'autunno 2017 di Vuitton, Kim Jones ha debuttato una collaborazione con Supreme che ha visto gli Hypebeasts impazzire. Il monogramma rielaborato presentava le lettere LV interbloccate insieme al logo corsivo di Supreme.

Qualcuno di questi fatti ti ha sorpreso?

â €

lascia un commento